giovedì 17 dicembre 2009

Architetti per la cooperazione e lo sviluppo


E' il tema del seminario svolto martedi 15 dicembre nell'Aula Magna di Ateneo “Antonio Quistelli, con il coordinamento della prof. Concetta Fallanca, direttore del Dipartimento AACM.

Il seminario, che ha proposto una riflessione sui temi della sostenibilità e della qualità della progettazione in culture diverse da quella occidentale, rientra nelle attività dei Laboratori di Progettazione Urbanistica del III anno del Corso di Laurea a ciclo unico in Architettura (responsabili proff. Concetta Fallanca, Giuseppe Fera e Antonio Taccone) e ha visto la partecipazione di esperti in cooperazione e di promotori di iniziative di solidarietà a favore dei paesi emergenti.

L’incontro ha proposto gli esiti del progetto Il seme della speranza realizzato nel sud della Tanzania, presentato dal prof. Sebastiano Nucifora e commentato dalla dott. Valeria Rossi (responsabile progetti dell’ONG COPE) e le attività avviate dalla Fondazione Clara Travia Cassone nel Malawi Centrale, illustrate da Padre Vincenzo Troletti e dai dottori Giovanni Cassone e Orlando Filardo.

La riflessione del prof. Antonio Taccone e dell’arch. Stefano Muscari Tomajoli, sul diverso concetto di sostenibilità al cambiare delle latitudini, apre alle prospettive delle iniziative di cooperazione e ai ruoli che gli architetti sono chiamati a svolgere per lo sviluppo dei territori e degli insediamenti urbani.

Hanno concluso i lavori i proff. Don Valerio Chiovaro e Giuseppe Fera.

“Porte aperte all’Europa” progetto Europe Direct - Sfida ai cambiamenti climatici

Si è concluso con successo il progetto “Porte aperte all’Europa” organizzato dal centro Europe Direct del comune di Reggio Calabria e coordinato dal dirigente Francesco Barreca e dalla responsabile Grazia Giannaccari.

L’iniziativa patrocinata dalla rappresentanza in Italia della commissione europea, ha visti partecipi l’assessorato alle politiche comunitarie della Provincia di Reggio Calabria e l’associazione F.A.G. (Forest and Agriculture Group) della Facoltà di Agraria.

La tre giorni ha avuto inizio con il seminario dal tema “L’Europa e le Giovani Imprese”, mentre ha dato il via al terzo giorno il seminario “Salviamo l’ambiente con l’Europa” al quale sono intervenuti per divulgare ai giovani allievi le “buone pratiche”, Francesco Macheda che ha ripercorso le tappe salienti dell’unione europea, mentre è toccato al presidente F.A.G. Adriano Ganino entrare nel vivo dell’emergenza ambientale e dalle sue parole chiave: sfide ai cambiamenti climatici, fonti energetiche rinnovabili, sostenibilità ambientale.

Soddisfatto il direttivo F.A.G. per le centinaia di bambini delle scuole elementari cittadine degli istituti Galluppi, Corrado Alvaro, Ist. Arch. Cep. Carducci, Collodi-Gebbione e Italo Falcomatà.

I giovani hanno seguito con interesse il percorso educativo, attraverso il quale il F.A.G. ha promosso l’offerta formativa della Facoltà di Agraria; infine i ragazzi sono rimasti entusiasti per l’ appellativo a loro conferito di “Eco-Ranger”.

Il successo di questa iniziativa, che fa seguito al campo scuola estivo organizzato dal F.A.G, delinea in modo chiaro il percorso che l’associazione intende perseguire. Ossia individuare nelle giovani generazioni il target di riferimento per la promozione di un settore, che come quello primario, svolge un’importante funzione di presidio ambientale.